Banner
Banner
Torino
Sab

16°C
Dom

16°C
Lun

18°C

Login




gliOrchiLogo
vedosportLogosi

Designed by:
Andrea Borrelli www.uomochecorre.it

Il Miglio in salita - Chiusa san Michele 15 - 06 - 2011
Scritto da Vittorio Duregon   
Mercoledì 29 Giugno 2011 16:55

 

 

IL MIGLIO IN SALITA

(una dolcezza... da infarto ! !)

gara serale a cronometro in salita

lunghezza 1609 m

dislivello +  350 m

Chiusa san Michele (TO)  15 Giugno 2011

GABRIELE ABATE  E  DEBORA CARDONE

STABILISCONO I NUOVI RECORD

 

026 cartina---

 

 

003---UNA FESTA TRA AMICI 


Ecco una gara che si mette molto volentieri in calendario.

Una gara poco istituzionale. Potrebbe non esistere, se ogni anno non ci fossero pochi amici, che vi dedicano le energie necessarie.

E' una gara serale, di metà Giugno, infrasettimanale. Il luogo è Chiusa di San Michele, Torino, là dove il campo sportivo sembra entrare nel bosco e in alto, vicinissime, sopra i dirupi del Monte Pirchiriano, incombono le mura medioevali della Sacra, nella sua splendida illuminazione serale.

016---Se è una bella giornata, se ci sono molti partecipanti e se le cose vanno un po' per le lunghe e c'è una buona fetta di luna, finisce che ci si trova ancora in molti, sul campo sportivo, sotto una debole illuminazione e al chiaro di luna, con un piacevole freschetto intorno, mentre il fumo e l'odore della carne cotta alla brace si diffondono nell'aria.

Un ritrovo tra amici, ospiti degli organizzatori, il campione nazionale Gabriele Abate e il Giò 22 Rivera, con l'aiuto di qualche cugino dell'Atletica Val Susa.

Non c'è l'abituale dispiegamento organizzativo, tutto è piacevolmente semplificato.

Chissà se arriverà un po' di musica, magari dal vivo, un complessino amatoriale, sarebbe la ciliegia su una torta già gradevolissima.

Grazie a Gabriele, grazie a Daniele Miletto e a quelli del Giò, grazie allo sponsor Cuore da Sportivo.


GABRIELE ABATE

007_gabriele_abate---

Gabriele Abate è di qui, ha lanciato questo percorso di cui conosce ogni passo, ogni pietra.

Ha vinto quattro edizioni su cinque disputate, quest'anno ha limato il record di ancora  23”, e nel suo piccolo questa del record è sicuramente una  delle sue più belle soddisfazioni del momento.

Lui è un atleta di alto livello, con impegni nazionali e di Nazionale all'estero.

Qui, al Miglio in salita, tra pochi amici, lo puoi vedere in piena azione, ma anche puoi chiacchierare con lui, fare il riscaldamento o la discesa insieme, aiutare a sistemare qualcosa, sederti a tavola con la famiglia.

Un contesto piacevole, ma il valore sportivo non manca.

Gabriele, con i suoi successivi miglioramenti del record, che ora sicuramente è di livello mondiale, è un faro per i giovani più forti e motivati.

Confrontarsi con lui e con il cronometro è una opportunità, una sfida  sportiva da non perdere.


PERO'.... ATTENZIONE !


Può essere una gara da infarto...! Come un 800 in pista. Può capitare che parti a tutta e dopo 500 metri ti trovi  piantato, completamente fuori giri, e pensi sgomento a come farai a terminare la seconda parte.

E' una gara che va un minimo preparata, con almeno due-tre allenamenti brevi e intensi  su tratti di salita dura.

Richiede anche un adeguato riscaldamento, per poter partire forte senza problemi.

E' chiaro che su questo terreno sono molto favoriti gli scalatori puri, i pesi leggeri, non c'è una discesa a dare delle chances aggiuntive.


L'EDIZIONE 2011 


Il terreno perfettamente asciutto ha favorito le prestazioni di oltre 150 partecipanti, regalandoci sia il record maschile che quello femminile.

020 gabriele_abate---      Gabriele Abate ha quindi fermato il cronometro nel gran tempo di 8' 56”, precedendo di ben 49” un sorprendente Max Di Gioia, e di 53” Francesco Bianco.

Dietro di loro i nomi abituali della corsa in montagna di tipo classico, tra i quali, ci  fa piacere qui ricordare tra gli M5 le auguste figure dei super senatori Carlo Mossio, Renzo Bello e Piero Antoniono.

019a debora_cardone---      Debora Cardone, in campo femminile, reduce dalla Valmalenco-Poschiavo di tre giorni prima, ha fatto intravedere una superiorità speculare a quella di Abate.

Tale ci sembra il significato del suo tempo, 12' e 19”, diciassettesimo assoluto, e di 51” inferiore a quello della seconda Marina Plavan. Terza Mirella Cabodi.

009_max_di_gioia---

 

 

 

 

 

 

 

      Max Di Gioia, tesserato Cbr Borgaretto, sta venendo fuori forte, in questo tipo di gare,  quelle con sola salita. Proviene  dalla strada dove ha chances di fare il podio, qui però sembra averne di più, è un fisico leggero e adatto alla salita.

Aspettiamocelo tra i favoriti in qualche km verticale, e in gare come il Soglio, Tavagnasco, Stellina, Ivrea Mombarone.

 

 

 

 


INCONTRI


Max  DI GIOIA 


Anche Max ... è uno che si distingue, un  personaggio. Estroverso, disponibile, cordiale, chiaccherone,… gag, battute, paradossi a raffica. Tanto entusiasmo e voglia di correre e di emergere. E' una vecchia constatazione; non si è campioni o campioncini  solo perché madre natura è stata generosa.

(si mette in posa, sorridendo).

022 max_di_gioia---      Chiedimi, Vittorio...

Max, è un grande anno per te mi sembra, sei al massimo...

      Noo, no! (sorride) non sono ancora al massimo !

Eh ?!!

      Dico sul serio, secondo me uno può dare di più, io mi massacro, mi piace allenarmi, mi piace dare tutto sempre.

Ma stai andando fortissimo..

     Si è vero, mi alleno tutti i giorni, quando posso anche due volte e quindi...

Oggi hai fatto un tempone e sei entrato in una elite ristrettissima,

      Secondo me potevo andare meglio perché non mi sto allenando bene ultimamente perché ho un problema al tendine, però sono soddisfatto del tempo, 9 45”, un po' meno soddisfatto perchè speravo di fare altre gare, gli Italiani per esempio, però  con questo problema…  oggi è la prima che corro dopo questo leggero infortunio .

Mi sto allenando tutti i giorni, bici, e corsa, se piove spinning.

Il tempo in questa gara è una chicca…

      Si, ma anche il risultato della Tuttadritta, e di Trana dove sono arrivato secondo, vado anche spesso sul Musinè, lo sto spianando.

Nelle prossime settimane farò solo gare in montagna, la Vertical race del Monviso, poi il monte Soglio, poi la Gara nazionale degli alpini, Tavagnasco, e Vulpot, una gara che mi piace moltissimo.


FRANCESCO  BIANCO 


Francesco, hai già fatto questa gara…  mi sembra.

      Si, è la terza volta, è una gara particolare, il posto qui nel bosco è bellissimo e poi la soluzione serale d'estate è azzeccata, due braciole, una corsa tra amici è l'ideale.

008_francesco_bianco---Come va la stagione ?

      Ho iniziato abbastanza bene la stagione su strada e sono riuscitoa fare il mio personale sulla maratona  (Parma, 2.28  e rotti), poi puntavo appunto tutto sulla montagna, la gara in salita, ma negli ultimi due mesi ho avuto un po’ di calo, un po' per problemi fisici, un po' per lavoro, influenza, ecc.

Questa sera non sono rimasto contentissimo, le gambe in salita non andavano, c'è ancora da migliorare. Indipendentemente dal risultato, questa sera ho avuto davanti  degli atleti veramente unici.… al mondo, e non solo il primo...

Programmi?

      Vediamo… escludo il Campionato Italiano perché ho perso  la prima prova e poi prevede gare con salita e discesa. Proverò a puntare come al solito sulle gare un po' lunghe in salita.

A brevissimo farò la Biella Monte Camino, anche se hanno cambiato il percorso speriamo di trovare lì di nuovo soddisfazione.

Sei capace di cose straordinarie, lo sappiamo... quindi vedrai.

      Beh, continuo a divertirmi… voglio continuare su questa strada.


GABRIELE  ABATE


Gabriele, questa gara l'hai inventata tu? Io ti identifico totalmente.

      No, io e Daniele insieme totalmente, la gara è stata  pensata in memoria di un ragazzo mio coetaneo che è mancato qualche anno fa, Gabriele Blandino, che abitava qui a Chiusa San Michele e si allenava su questo percorso con Daniele Miletto.

E' una gara unica forse al mondo, non ho conoscenza che esista un altro miglio, secondo me siamo migliorati con gli anni, quest'anno siamo stati anche fortunati con il meteo.

E' una gara deliziosa, un gioiello,

      L'organizzazione migliora sempre di  più, il percorso è eccezionale, anche quello della gara giovanile che abbiamo ancora migliorato. Quest'anno abbiamo introdotto anche i chip e così la classifica è uscita subito.

dal punto di vista tecnico la storia la stai facendo tu...

      Si, ho vinto quattro edizioni su cinque, è il mio percorso di allenamento per cui lo conosco in ogni pietra, nel 2008 non ho partecipato per infortunio, ho migliorato sempre il  tempo e oggi penso che sia un tempo davvero limite.

Di quanto quest'anno?

      Di 25 secondi ! In questo momento sono al  massimo della forma possibile, ho la fortuna che da un anno non ho alcun problema fisico, la testa e la forma sono al punto giusto, domenica ho vinto la prima prova del Campionato Italiano, e adesso stiamo preparando il Campionato Europeo, in Olanda. Da domani inizia il ritiro  a Livigno con la Nazionale.

Grazie!  In bocca al lupo.

 

 

Si ringrazia Daniele Campigotto per la collaborazione nel servizio fotografico.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna