Banner
Banner
Torino
Sab

16°C
Dom

16°C
Lun

17°C

Login




gliOrchiLogo
vedosportLogosi

Designed by:
Andrea Borrelli www.uomochecorre.it

TRAIL DI OULX / BAZZANA E SERAFINI I NUOVI CAMPIONI ITALIANI DI ULTRATRAIL-SKYMARATHON / 23 SETTEMBRE 2012
Scritto da Vittorio Duregon   
Domenica 30 Settembre 2012 17:07


IL TRAIL DI OULX 2012

LAUREA

I NUOVI CAMPIONI

DEL TRAIL SKYRUNNING

 

Primo Campionato Italiano di

Trail Sky Marathon

Individuale e a Squadre in prova unica

della

FEDERAZIONE ITALIANA DI SKYRUNNING

 

ULZIO TO

23 Settembre 2012

50 km 2300 m D+

 

 

ULZIO TRA LE CAPITALI DELLO SKYRUNNING 

Giunto alla sua Quarta Edizione il Trail di OULX si irrobustisce e si consolida come uno degli eventi trail di primo livello sul piano nazionale.

 

042

 

 

 

 

Elementi di questo successo sono il bacino dei partecipanti che ha portato oltre 450 iscritti quest'anno sulle tre distanze di 50,23,11 km, la stabilità e l'esperienza organizzativa, un territorio e una cultura diffusa in valle, perfetti per gli sport outdoor.

 

 

 

 

 

 

 

 

055 copia

Congratulazioni agli Oulx Trailers che sono riusciti a farsi aggiudicare per questa edizione il Primo Campionato Italiano di Ultra Trail-Skymarathon dalla Federazione Italiana di Skyrunning, l'entità sportiva,emanazione italiana della FSA,che più di altre sta dando forma,coordinamento e visibilità al movimento del trail e dello skyrunning.

Va reso atto alla FSA di contribuire ad offrire alle eccellenze 'local', sia gare che atleti, una prospettiva di riconoscimento sia a livello nazionale che internazionale, facendo crescere su un ambito più ampio il confronto tra gli atleti,la cultura dei territori, e l'entusiasmo degli appassionati per le 072 copia sfide di alto livello che continuamente si ripropongono.

 

Un altro fattore importante di questa crescita, anche commerciale, del movimento è costituito dal fenomeno dei Team sponsorizzati, i vari Salomon,La Fuma,Valetudo,Tecnica,ecc , che con il loro sostegno assicurano grande

mobilità agli atleti di punta, contribuendo potentemente ad innalzare il livello tecnico generale.

 

 


 

075 copia

 

 

Sicuramente questa quarta edizione del Trail di Ulzio resterà come la manifestazione a più alto livello tecnico nell'anno in Pemonte.

E, riflettendo anche sul fatto che la maggioranza dei partecipanti ha scelto la distanza dei 50 km,da questa considerazione invitiamo gli organizzatori a proseguire nello sviluppo dell'evento, pensando anche, perché no !, ad aggiungere un Km verticale, o a sognare un fantastico Trail balcone, a raggio ancora più ampio, su tutta l'Alta Val di Susa.

 

 

 

IL PERCORSO

109

 

 

Confermato quasi integralmente il magnifico percorso, panoramico e corribile, che ha il suo punto massimo ai 2700 m del colle Vin Vert e che sfrutta la rete di sentieri, stradine e magnifiche strade militari in alta quota di cui è ricca l'Alta Val Susa.

 

128

Una piccola variante finale ha sostituito un poco consono tratto finale in asfalto con un più naturale strappo  finale nel bosco,una salita aggiuntiva  da fare a cuo leggero, a poche centinaia di metri dal traguardo.

 

 

 

 

 

La lunghezza complessiva è così  leggermente aumentata  a 50 km.

 

Confermati anche i cinque ristori, perfettamente posizionati e riforniti, tra i quali spicca il primo, quello della Stazione di servizio Pramand, forse l'unico in Italia con brioches,pizzette e pasticceria, come per un party.Dispiace di  non essere  in una  non competitiva !

 


 

LA GALLERIA DEI SARACENI ..A TUTTA

136

 

Sempre spettacolare come pochi , il tratto in cui si esce dal Vallone del Seguret,

immettendosi nella strada militare che affianca la  falesia del Seguret e che porta alla Galleria dei Saraceni.

La galleria è un passaggio caratteristico,fredda,con pioggia, e  buio assoluto. Vi è indispensabile l'uso della frontale.

 


La giacchina impermeabile però è solo consigliabile, si può anche proseguire normalmente.


139L'importante è non diminuire il ritmo di corsa e proseguire spediti, facendo attenzione a dove si mettono i piedi.


Il vantaggio sarà di arrivare in un attimo all'erta finale, la salita su prateria di montagna che porterà ai 2.700 m del Colle Vin Vert.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

157

 

 

 

La GARA

 

Questo Quarto Trail di Ulzio è importante perché porta alla ribalta due vincitori estremamente significativi:

due giovanissimi, due nuovi, un pezzo di futuro del del Trail e dello skyrunning taliano: Fabio Bazzana e Silvia Serafini.

 

 

 

 

 

162 copia

 

 

FABIO BAZZANA


Fabio ha 25 anni,esperienze nel ciclismo e nello scialpinismo,ed è alla sua prima vittoria importante.

Eppure era tra i favoriti dopo uno splendido terzo assoluto alla Becca di Nona ad inizio Settembre detro ai fenomeni internazionali Kilian Jornet e Inout Zinca.

Va merito alla Valetudo Skyrunning averlo scoperto e fatto crescere all'interno della sua pur affollata compagine di campioni.

 

 

 

192

 

 

 

 

SILVIA SERAFINI


Silvia Serafini è la rivelazione italiana di quest'anno. La giovane trevigiana,25 anni, quando ha gareggiato,ha vinto con grande distacco. In forza al team Salomon, ci aspettiamo di vederla presto frequentare e misurarsi con l'elite mondiale dello skyrunning.

 

 

 

 


184 copiaPAOLO BERT E DANIELE FORNONI

Se il giovane Bazzana si è avventato sulla gara e sul traguardo con le motivazioni di chi deve conquistarsi un adeguato riconoscimento, i due maturi veterani protagonisti dello sky running piemontese Paolo Bert e Daniele Fornoni hanno tagliato il traguardo tranquilli accompagnati dalle loro famigliole.


Prima Bert, a 12'' dal vincitore,dopo avergli contrastato il passo nella prima metà della gara. Poi a un minuto Fornoni autore di una grande rimonta nella parte finale.

 

 

164

 

 

 

 

Classe inarrivabile, per questi due atleti non più giovanissimi, che hanno dato molto a tutti, e sono ancora nettamente una spanna sopra la gran parte dei top runners che l'affollato calendario dei trail porta in evidenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

DANIELA BONNET,CECILIA MORA,LISA BARZANI

 

Se l'attesa per Silvia Serafini era alta, nondimeno c'èra molta curiosità anche per Lisa191
Barzan
la nazionale dei

100 km vincitrice del TerraAcquaCielo Wild trail davanti nientemeno che a Francesca Canepa.

Lisa però non aveva evidentemente superato la fatica di uno sfortunato tentativo al Tor des Géants, e, pur quinta,non è mai stata in gara.

Ottima invece la prestazione di Daniela Bonnet,vincitrice dei trail piemontesi Servin,Angrogna,Val Pellice e Val Maira,che ha retto bene il confronto per il Campionato Italiano, piazzandosi seconda.

A pochi secondi dalla Bonnet , Cecilia Mora ha manifestato la sua classe, pur se quest'anno ha raccolto poca visibilità.

 

 

TEAM SALOMON CONTRO TEAM VALETUDO

 



 llTeam Salomon in questo periodo è privo del suo leader, Giuliano Cavallo, infortunato.

Ha schierato però i suoi numerosi cavalieri da podio:Barnes,Vallosio,Canetta,Zarantonello,Valsesia,

Ansaldo,Toniolo,Vipiana e altri.

174 copia

 

 

 

 

 

 

E ha vinto meritatamente il titolo Italiano a squadre, anche se la parte maggiore, per il punteggio( contavano 3 maschi + 1 donna) l'ha fatta Silvia Serafini.

 

 

 

 

 


 

168 copia

 

 

 

 

La Valetudo invece forte di soli quattro concorrenti (Bazzana,Ruzza,Garnier + Cecilia Mora,arrivata terza) ha sfiorato il colpo grosso, grazie ad una eccellente prova di Stefano Ruzza, quarto assoluto, mentre invece Claudio Garnier,frenato da crampi, non è andato altre la nona posizione.

 

 

 

 

 

 

 

CLASSIFICHE,CENTINAIA DI IMMAGINI,FILMATI 

NEELL'OTTIMO SITO DEGLI  OULX TRAILERS

 

http://www.oulxtrailers.net/

 

 

Commenti  

 
0 #2 Vittorio 2012-11-28 22:13
Fabio, con il tuo finale di stagione ci hai fatto sognare.E anche Silvia.
Skyentusiasmant i.
Citazione
 
 
0 #1 Bazzana Fabio 2012-11-14 20:07
Ma belle queste foto...
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna