Banner
Banner
Torino
Sab

16°C
Dom

16°C
Lun

18°C

Login




gliOrchiLogo
vedosportLogosi

Designed by:
Andrea Borrelli www.uomochecorre.it

PONT-SAINT MARTIN - MONT CRABUN / L'ARRIVO E' A 2.710 METRI
Scritto da Vittorio Duregon   
Domenica 22 Luglio 2012 23:07

 

 

DA PONT SAINT MARTIN m 345

AL MONT CRABUN m 2710


NELL'ALTO VALLONE DEL NANTEY

A PICCO SULLA BASSA VAL D'AOSTA

 

 

 

 

UNA CLASSICA POCO CONOSCIUTA

 

097

 

 

La Pont Saint Martin - Monte Crabun è una corsa in salita, una corsa sulla montagna.


Ha un punto di partenza molto basso, i 345 m di Pont Saint Martin e arriva al Bivacco del Monte Crabun, a 2.680, a pochi m dalla vetta, la più alta del territorio che , sul lato  sin della Dora, insiste  sui  centri di  fondovalle Pont,Donnas,Bard, Machaby.


Quindi 2.335 m di dislivello, su uno sviluppo che è di di c 13 km.

Nella parte bassa e mediana, tratti di dura salita su una larga  mulattiera si alternano a brevi tratti di collegamento su asfalto,corribili. Dopo l'ultima borgata però inizia la dura ascesa finale alla vetta su  sentiero su prati, sempre ben evidente, che va a tagliare con i suoi tornanti l'aperto versante sud ovest della montagna.

 

 

 

 


053

 

 

 

 

Un percorso senza difficoltà tecniche, adatto ai pesi leggeri, agli scalatori, e che richiede sempre una buona spinta.

Quattro i posti di ristoro, però solo con bevande. Data la lunghezza della prova, è opportuno portarsi qualcosa di solido, per prevenire eventuali crisi di fame nella seconda parte.

 

 

 


 

 

NELL'ANTICO TERRITORIO DI PERLOZ

 

070

 

 

 

 

 

Anche se la Partenza avviene da Pont, a fianco del Ponte romano, e di Pont è  la società organizzatrice, la Atletica Pont Donnas, il percorso appartiene quasi tutto al territorio di Perloz,collocato in posizione  favorevole nel vallone percorso da Torrente Nantey.

 

 

 

 


057

 

Una ottima occasione per incontrare questo antico centro medioevale.

 


Perloz anticamente era la vera capitale della Valle di Gressoney, e tale primato durò fin quasi ai giorni nostri, quando l'apertura di una ampia strada che migliorasse l'accesso alla media e alta valle, ha tagliato fuori questo centro capoluogo, con le sue frazioni disseminate, causandone un grave spopolamento e conseguente dissesto del sistema economico locale.

 

 


035Ora Perloz e le sue frazioni, che sono accessibili da Pont con la loro antica strada dedicata, ora splendidamente rinnovata e asfaltata,hanno una nuova prospettiva per il futuro. Con i loro castello e le caseforti,con le sedi signorili, con gli antichi ponti e mulini, sono diventate mete di grande interesse per un nuovo turismo, anche residenziale. Un vero  museo a cielo aperto sulla dura  vita economica e sociale nei secoli passati, nella montagna,peraltro povera, della Bassa valle d'Aosta 

 

 

 

 

 

LA GARA

122Dire Monte Crabun significa dire Enzo Mersi. Per la quarta volta su otto edizioni, Mersi mette il suo sigillo su questa gara, forse poco nota, al di fuori dell'ambiente aostano-canavesano-biellese, ma che ha tutti i numeri per essere considerata una Classica.

Dietro di lui il giapponese, Keishin Yoshida,un affezionato, che già era arrivato secondo l'anno precedente.

Terza posizione per Franco Collè, il fresco vincitore del 2000 Vertical del Trail della Valdigne, scialpinista prestato in estate alla corsa.

 


125 copiaDietro di loro il giovane Daniele Vottero,Silvio Balzaretti,Guido Aiazzi e Marco Mangaretto.

 

 

 

 


Mirco Bertino, arrivato ottavo,e sulla carta un possibile avversario di Mersi, ha detto che non poteva dare di più perché completamente  fuori allenamento. 


 

 

 

 

114

 

 

Tra le donne si è riscontrato un  alto il livello perché   erano presenti molte delle reginette che si suddividono i podi dell'Alto Piemonte e Valle d'aosta.


 

Questa volta l'ha spuntata Barbara Cravello, biellese, bravissima a tenere dietro, a breve distanza, fino in punta, una concorrente come Enrica Perico.

 

Terza e quarta sono risultate Marcella Belletti ed Elisa Arvat.

116

 

 

 

 

 

 

Dietro di loro Genny Garda, Elisa Terrazzino e Lara Paganone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CLASSIFICHE

http://www.pont-donnas.it/crabun/2012.pdf

 

INCONTRI

 

102

 

 

Enzo Mersi

 


"E' la quarta volta  che  vinco  questa  gara"

"E' una gara  per scalatori, non molla mai dall'inizio alla fine ci sono due piccoli pezzi in  asfalto, ma sono ininfluenti.


In più è corribile, non ci sono pendenze eccessive , tranne l'ultimo tratto, comunque  se uno ne ha la corre  tutta.

 

 


129Una gara che tira fuori il meglio delle tue possibilità.

Si, mi si addice.  Quest'anno  sono partito  tranquillo  e ho  avuto  il  giapponese  dietro  per una ventina di  minuti.poi ha leggermente  mollato  e io  sono  andato  su  regolare, senza strafare.

 


 


 

 

 


 



 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna