Banner
Banner
Torino
Dom

29°C
Lun

30°C
Mar

32°C

Login




gliOrchiLogo
vedosportLogosi

Designed by:
Andrea Borrelli www.uomochecorre.it

ELECTRIC TRAIL 2012 / Pont Saint Martin - Paolo Bert e Enrica Perico con record
Scritto da Vittorio Duregon   
Sabato 31 Marzo 2012 20:13

 

ELECTRIC TRAIL 2012

 PONT SAINT MARTIN AO

25 Marzo 2012
19 km D+ 1330


 

300 PARTENTI

 

PAOLO BERT E ENRICA PERICO

VINCITORI

CON RECORD

 

 

 

001

 

La seconda edizione dell'ELECTRIC TRAIL ha confermato quanto di buono si era visto l'anno precedente.

015Un percorso molto vario, che parte dal fondovalle, alla quota di soli 345 m, ma con un D+ notevole, con tratti anche molto tecnici, con un impegnativo lungo traverso centrale su sentieri e mulattiere spesso scalinate. Quasi una skyrace, che però, a sorpresa, offre chanches finali agli stradisti con qualche panoramico km finale in mezzacosta su asfalto.

 

Un percorso eclettico, che va preso così, questo è il territorio. L'ambiente è quello della Bassa Valle d'Aosta. Si parte e si arriva a Pont Sain Martin (Ao), proprio a fianco del meraviglioso ponte romano, sul quale ci si corre pure sopra.

Il primo e più importante dislivello porta a Perloz, l'antica cittadina medioevale, tutt'ora splendida. Un lungo traverso, tecnico e a saliscendi, in un bosco di castagni, ancora ben conservato, un tempo indispensabile nella magra economia di queste popolazioni, porta poi verso Albard, per poi scendere verso il Forte di Bard.

 

017Infine si attraversa Donnaz e il suo territorio, con i  famosi vigneti del Donnaz ricavati con un secolare lavoro di terrazze sul ripidissimo fianco sinistro della valle .

 

Ottima l'organizzazione del Thermoply Team, con Jenny Garda, factotum organizzatrice e concorrente competitiva (e complimenti a Genny per il quinto posto qui riportato  e per la vittoria al Trail Mare e Cielo di Laigueglia di un mese fa).

Perfetta la giornata. Rimandato ai prossimi anni, meglio così, il collaudo di questo percorso in condizioni più critiche, con pioggia o terreno molto umido.

 

018RADDOPPIO DI PARTECIPANTI

 

297 partenti, quasi un raddoppio rispetto all'anno precedente. Il trail continua da andare forte, le facce dei dopo gara sono gioiose, gratificate.

Alla Partenza un bel parterre di aspiranti al podio.

Il vincitore dell'anno scorso, il biellese Enzo Mersi, e da Biella pure Maurizio Fenaroli, Paolo Bert dal cuneese, Alfonso Bracco della Valchiusella, infine gli atleti di casa Diego Vuillermoz, Andrea Bastrentaz, Enrica Perico e Sonia Glarey, vincitrice l'anno scorso.

Presente anche la vice campionessa mondiale di ultratrail Cecilia Moraunitamente al presidente ed alcuni atleti della sua squadra di eccellenti Valetudo.

 

Mancava la compagnìa di Giuliano Cavallo, aostano, impegnato in Provenza nel Trail del Ventoux (6° arrivato).

E auguriamoci di vedere qui presto anche Daniele Fornoni a misurarsi su questo splendido percorso, oggi impegnato al trail Maremontana a Loano Savona (1° Arrivato).

006

 

GARA CON RECORD

 

Dopo l'attraversamento del centro, la gara prende subito il percorso della gara del Monte Crabun, di sola salita. Qui si avvantaggia un trio Mersi e Bert con Fenaroli leggermente staccato. Tra le donne Enrica Perico Si ritrova in testa a metà gara seguita da Cecilia Mora. Sonia Glarey, in ritardo di forma, viaggia in terza posizione.

Nella seconda parte Bert prende su Mersi un vantaggio di c 30” che manterrà sino all'Arrivo. Poi arriva Fenaroli a c 3' e più staccato Diego Vuillermoz .

Poi Alfonso Bracco e Andrea Bastrentaz.

L'ingaggio tra i due davanti rende la gara veloce e porta Bert a stabilire il record con il tempo di 1.43'35”.

Tra le donne vince Enrica Perico, con un gran vantaggio sulla seconda. Anche lei stabilisce il miglior tempo in 2.2.57.


010

Ordine di Arrivo Uomini

Paolo Bert 1.43'.35” record

Enzo Mersi 1.44'.15”

Maurizio Fenaroli 1.46'.27”

Diego Vuillermoz

Alfonso Bracco

Andrea Bastrentaz

 

Ordine di Arrivo Donne

Enrica Perico 2.2'.57” record

Cecilia Mora 2.8'.23”

Sonia Glarey 2.14'.14”

Marina Plavan

Genny Garda

 

026

     QUALCHE COMMENTO

 

PAOLO BERT

Paolo, hai vinto una gara di prestigio, direi che va bene!

     Si bene, mi sto allenando, sono in forma, ma sicuramente andrò ancora meglio tra un mese o due quando inizieranno le vere gare di corsa in montagna.

Anche se in questa gara non si va a quote alte, però è molto tecnica ed è sicuramente pari ad una gara di corsa in montagna. Io preferisco le gare dove si sale, magari per un'ora, qui c'erano 25 minuti di salita poi un lungo traverso... però il percorso era sicuramente tecnico.

036Avevi vinto anche a Laigueglia. ( Circuito Trail dei monti Liguri).

     Si, quest'anno ho iniziato con Laigueglia, un mese fa e ho vinto, e oggi ho vinto di nuovo. Oggi erano due ore di gara, un po' meno di dislivello, oggi era più tecnica e qualche km in meno.

Il tuo confronto con Mersi prosegue..

     Siamo entrambi atleti cui piace la corsa in montagna. Ed è anche successo diverse volte che siamo arrivati insieme.

A Laigueglia, era in testa lui, ma purtroppo ha sbagliato strada nella discesa finale, forse sarei riuscito a riprenderlo e magari si arrivava assieme.

Oggi invece quando sono sceso avevo parecchio vantaggio e non è più riuscito a prendermi.

028Volevo sottolineare che vi incontrate spesso, vi conoscete bene.

     Si, si, Enzo è un amico e, come l'ultima volta a Tavagnasco, certe volte non stiamo a battagliare fino all'ultimo secondo.

 

ENRICA PERICO

     Non mi aspettavo di essere così in forma... Sono partita piano, regolare, seguendo solo le mie sensazioni e poco a poco mi sono trovata davanti. Nel  finale ero fresca. Corro così.

E' un ottimo inizio.  

Mi presenterò all'Erbaluce Night trail con la mia amica Nicole Peretti, che è venuta al Pont Saint Martin e correremo insieme dove ci siano sky race da fare in coppia. Gare importanti? Vedremo... ad esempio sto pensando di fare la Becca di Nona, salita + discesa.

031

 

MAURIZIO FENAROLI

 

Terzo arrivato, soddisfatto?

     Si... si abbastanza, siamo all'inizio di stagione, ho faticato un po' in salita, pensavo di recuperare in discesa ma così non è stato, avvertivo anche un dolore al piede che mi ha consigliato prudenza.

Mi dedicherò al Campionato Italiano di sky race, mi interessa anche il Campionato della Sportiva, è il primo anno che lo fanno. Le gare sono molte, vedremo.

 

 

DIEGO VUILLERMOZ

 

Tutto bene, sono soddisfatto. Ci vediamo al Soglio.

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna