Banner
Banner
Torino
Lun

30°C
Mar

28°C
Mer

24°C

Login




gliOrchiLogo
vedosportLogosi

Designed by:
Andrea Borrelli www.uomochecorre.it

PIOSSASCO T0, Dai monti SAN GIORGIO e PIETRABORGA, I PANORAMI DEI CELTI
Scritto da Vittorio Duregon   
Domenica 01 Gennaio 2012 15:48

 

MONTE SAN GIORGIO

e

MONTE PIETRABORGA

da

Piossasco (Torino)

 

KM 22

918 m D+

 

 

SULLE MONTAGNE DI TRANA E PIOSSACO

IN ALLENAMENTO IN OGNI STAGIONE

 

I MENHIR DEI CELTI E

UNA MILLENARIA CAPPELLA ROMANICA

 

 

Piossasco m 320 - Colletto della Serva m 725 - Monte San Giorgio m 837 - Colle di Prè m 713 - Montagnassa m 892 - Monte Pietraborga m 926 -

Prese di Sangano - Prese di Piossasco - Colle di Prè - Piossasco

 

 

Ecco un itinerario che chi abita la piana di Torino e di Pinerolo ha continuamente sotto gli occhi. Anche con poco tempo a disposizione,bastano pochi minuti per arrivare in loco, parcheggiare, e via....! ad esplorare un territorio ampio con un panorama fantastico su Torino, sulle sue prealpi, l'arco alpino in lontananza.

E' anche un itinerario di grande interesse storico e naturalistico.

003aI monti San Giorgio e Pietraborga, uniti tra loro dalla dorsale della Montagnassa, costituiscono un compatto sistema prealpino che si eleva all'improvviso dalla pianura. Ai loro piedi due centri importanti: Piossasco alla base del San Giorgio, e Trana alla base del Pietraborga.

Proponiamo qui l'itinerario più classico, quello che permette di abbracciare tutto il gruppo con un percorso semplice e logico.

Terreno ideale per gli mt bikers, numerosissimi, e perfetto per la corsa di endurance, con lunghi tratti corribili, con fondo pulito e pendenza regolare.

Attenzione ! Fa eccezione il tratto del crinale della Montagnassa, che qui viene proposto per chiudere un anello, ma che è eventualmente escludibile; è vero che si svolge in un bosco suggestivo, ma è in crinale roccioso e quasi privo di traccia. E' da affrontarsi solo in condizioni diurne.

 

Il clima di Piossasco, buono per l'inverno.

La città di Piossasco addossata al monte, è riparata da nord dal ripido versante del Monte San Giorgio. Ne deriva un clima mite sul versante sud-ovest che permette la permanenza di specie vegetative e faunistiche di tipo mediterraneo.

La pratica degli sport dell'outdoor, segnatamente mtb, running, deltaplano, ne è favorita per tutto l'anno, ma la stagione ideale è certamente l'inverno.


012_chiesetta_romanica

Il Monte San Giorgio e la Cappella romanica sec.XI

Il monte è raggiungibile con una magnifica strada sterrata chiusa al traffico, con pendenza costante, tutta corribile... perfetta per l'allenamento.

La presenza di una chiesa è documentata dal 999 al XII° secolo risale l'attuale configurazione in tre piccole navate con porticato.

Dalla vetta amplissima visuale sulla piana e sulla collina torinese, sul pinerolese, verso la Rocca di Cavour e il Monviso.

025_panorama_dal_monte_pietraborga

 

La Montagnassa

I monti San Giorgio e Pietraborga sono uniti da un crinale con un definito filo di cresta, denominato Montagnassa. Su di esso un esile sentiero traccia con qualche segnalazione avanza nel bosco, a volte fitto, spesso tra massi e roccioni, che vanno aggirati il più possibile, sempre mantenendo però la linea della cresta.

030_il_sito__dei_celti

 

Il sito dei Celti

Sulla dorsale, poco prima di arrivare sotto la punta del Pietraborga, nel bosco di faggi si presenta uno stupendo pianoro, con una ottima veduta sui laghi di Avigliana e sulla pianura torinese. Qui un raggruppamento di grossi menhir, slanciati massoni a superficie liscia, fa pensare ad una area di culto di tipo megalitico, di cultura celtica, databile circa 4.000 a.C..

 

Il Monte Pietraborga

Il Pietraborga, in posizione verticale su Trana e Sangano, è una eccezionale postazione panoramica per alta e bassa Val Sangone nonché per la bassa Val di Susa.


 

001 san_giorgio

 

008a     IL PERCORSO 


Piossasco m 320 - Monte San Giorgio m 837

Dal Centro storico di Piossasco, dirigersi verso la parte alta del paese e in poche centinaia di metri portarsi in via Montegrappa, in direzione della chiesa di San Valeriano, posta su un truc sulle pendici del monte San Giorgio.

Oltrepassare una sbarra chiusa, oltre la quale inizia la strada sterrata che con pendenza costante e sempre in ascesa, dopo circa 5 km porterà ad una sella, il Colle della serva, ove trovasi un traliccio dell'alta tensione.

009Di qui proseguire a sinistra in ascesa fino ad arrivare alla vetta del S.Giorgio, ove trovasi un piccolo ricovero e una Cappella Romanica del X° secolo.

Per la stessa via di salita, ridiscendere al Colle della Serva.

 

Dal Colle della Serva m 725 al Monte Pietraborga m 926

Dal Colle della Serva prendere un sentiero in direzione Sud, che con un breve tratto ondulato, su sentiero tecnico, in mezza costa, porta ad una nuova sella, il Colle di Prè. Siamo circa all'8° km .

015Il Colle è attraversato da una carrozzabile che salendo dal piano porta alle due frazioni Prese di Piossasco e Prese di Sangano; il nostro itinerario prende però una traccia di sentiero che si dirige su per la montagna verso un pilone dell'alta tensione e si inoltra nel bosco. Stiamo salendo alla Montagnassa, all'interno di un bosco, con qualche affioramento di roccia, rare tracce e segnali di sentiero. Arrivati con evidenza sul culmine proseguire sul crinale verso ovest, aggirando prima a destra poi a sinistra alcuni gruppi rocciosi che si pongono ad ostacolo. Iniziata la discesa il crinale diventa presto nuovamente un bosco scorrevole, con traccia di sentiero, fino ad arrivare ad incrociare la stretta carrozzabile già incrociata in precedenza sul Colle di Prè e che attraversa la montagna.

016Proseguire dritti sul crinale, su sentiero, sempre nel bosco, oltrepassando un imponente ripetitore di frequenze, visibile da lontano. Ancora dritti sul crinale, dentro il bosco seguendo il largo sentiero sino ad arrivare ad un pianoro ingombro di grandi pietroni in un bosco di faggi, denominato Sito dei Celti e segnalato da una targa. Di qui proseguire sempre nella stessa direzione sino ad arrivare alla base della vetta rocciosa del Pietraborga che si sale in pochi minuti.

Dalla vetta panorama sulla pianura verso sud-est. Spostandosi verso ovest di una trentina di metri, fantastico panorama sulla Val Sangone e bassa Val di Susa.

 

Pietraborga – Piossasco

Rifare inizialmente il percorso di andata fino a re-incontrare la piccola strada carrozzabile. Seguirla sul lato di sinistra con un tornante in discesa verso la borgata Prese di Sangano. A questo punto stare sempre sulla Carrozzabile fino a ritornare al Colle di Prè, e di lì nuovamente al Colle della serva.

Dal Colle della Serva, discendere sulla strada sterrata per la via dell'andata, fino al punto di Partenza.

 


 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna